Il concetto di divertimento sul posto di lavoro ha sempre suscitato un certo scetticismo, ma è realmente possibile trasformarlo in una concreta realtà aziendale? Tra le teorie emergenti e le pratiche innovative, emerge una tendenza sempre più chiara: il divertimento può e deve essere un elemento fondamentale delle moderne strategie aziendali.

In questo articolo vediamo alcuni suggerimenti che le aziende possono mettere in pratica e soprattutto ci concentriamo sul perché!

La “scienza” del divertimento: gli studi di Catherine Price

Catherine Price, giornalista e autrice del libro “The power of un: how to feel alive again”, ha esplorato come momenti di piacere e gratificazione possono migliorare significativamente il benessere individuale e influenzare positivamente la salute mentale. Price sostiene che piccoli momenti di gioia possono trasformare il nostro approccio quotidiano alla vita e al lavoro, enfatizzando l’importanza di costruire un’ambiente di lavoro che promuova attivamente tali momenti.

Produttività e divertimento: le ricerche di Mike Rucker

D’altra parte, Mike Rucker, psicologo delle organizzazioni e autore del libro “The fun habit”,  ha focalizzato la sua ricerca sull’importanza di integrare intenzionalmente il divertimento nelle nostre routine quotidiane per promuovere la produttività e la soddisfazione. Secondo Rucker, il divertimento non è un lusso ma una componente essenziale per un’efficace performance lavorativa, che dovrebbe essere incorporata nella cultura aziendale per stimolare l’innovazione e l’engagement.

In un contesto lavorativo che sempre più spesso utilizza i principi della gamification, l’importanza ad esempio di integrare il divertimento attraverso l’uso di serious game nella formazione rappresenta un pilastro fondamentale. Questi strumenti, progettati con obiettivi educativi ben definiti, migliorano l’apprendimento e l’engagement.

L’umorismo come strumento di lavoro: insight da Naomi Bagdonas

Ma il divertimento non scaturisce solamente dall’inserimento dell’elemento ludico. Anche l’umorismo può fare la sua parte! Naomi Bagdonas, Executive Advisor e Stanford GSB Lecturer, nel suo libro “Humor, Seriously” discute approfonditamente come l’umorismo al lavoro non sia solo una pausa di leggerezza, ma un potente catalizzatore di connessione umana, creatività e benessere psicologico.

Secondo Bagdonas, ridefinire i contesti lavorativi per includere l’umorismo può aprire le porte a una comunicazione più efficace, riducendo lo stress e aumentando la coesione del team.

 

Playful Work Design: la visione di Arnold Bakker

Sulla base di questi fondamenti, abbiamo deciso di modellare la nostra consulenza sul tema del playful work design, un concetto avanzato da Arnold Bakker, autore di numerosi libri e articoli di psicologia organizzativa e gestione delle risorse umane. Questo approccio si concentra principalmente sull’incorporare la playfulness a livello personale e organizzativo. 

Fun Team e la cultura del divertimento

Il Fun Team si dedica attivamente al monitoraggio del divertimento e della sana competizione nell’ambiente lavorativo, incentivando l’engagement attraverso attività ludiche, celebrazioni dei successi personali e di squadra, e riconoscendo momenti significativi nella vita dei dipendenti.
Questo team promuove discussioni su temi specifici e rappresenta l’emblema della motivazione attraverso il gioco, secondo la teoria dell’autodeterminazione. Tale approccio si basa sulla soddisfazione intrinseca derivante dal puro piacere dell’attività stessa. Il mio entusiasmo nel lavoro si riflette nella leggerezza e dedizione che impiegavo nei giochi da bambino/a. Questo aspetto è personale, ma può essere influenzato anche dall’approccio lavorativo adottato dall’azienda, in questo caso tramite il Fun Team. Inoltre, il divertimento e una competizione leale contribuiscono a migliorare l’atmosfera di lavoro e molti di noi sono spinti principalmente dalle relazioni positive all’interno del team.

In Symbiosa, ci impegniamo a rendere le aziende non solo più sostenibili, ma anche veri e propri ecosistemi dove il divertimento è una componente chiave. Questo approccio non solo contribuisce a un ambiente lavorativo più equo e soddisfacente, ma incide profondamente sulla sostenibilità aziendale. Promuovere il benessere attraverso il divertimento si traduce in una maggiore produttività e in un impatto positivo sugli SDG legati al mondo del lavoro.

L’adozione di queste strategie non è solo una scelta aziendale, ma una risposta culturale a un’esigenza crescente di benessere e di bilanciamento tra lavoro e vita personale. Le aziende che adottano questi principi non solo attraggono talenti di alto profilo, ma diventano pionieri di un futuro in cui lavoro e divertimento non sono più in contrasto, ma si integrano armoniosamente per il successo reciproco.

Se vuoi generare questo cambiamento, contattaci. Siamo in grado di aiutarti a diffondere questi valori nella cultura della tua azienda e a dare forma e competenze al Fun Team!

About the Author: Fabrizio Lonzini

Formatore e Flourishing Mentor

Scarica la guida per conoscere gli 8 vantaggi legati alla trasformazione in Società Benefit 

Contattaci!